COSA FACCIAMO

 

Il nostro lavoro verte a ricostruire fedelmente i seguenti contesti tribali:

  • La popolazione Celtica dei Volci Tectosagi "Teuta Volki" (III sec a.C.)
  • Le popolazioni Germaniche (dal I a.C. al II sec d.C.) tra cui Catti e Cherusci.
  • La componente Celtiberica che faceva parte dell'esercito di Annibale Barca quando scese in Italia nel 218 a.C.

 

Ci interessiamo a tutti gli aspetti  della tradizione e della cultura germanica e celtica:

  • Storia
  • Aspetto Esteriore (comprendente abiti, gioielli, acconciature et similia)
  • Stile di vita all’interno della società
  • Commercio
  • Armamenti e Stili di combattimento
  • Religione e Diritto

Il progetto celtiberico "Veramos Viroi" si interessa solamente dell'aspetto bellico di tale popolazione durante la Seconda Guerra Punica.

Lo scopo del nostro lavoro è riproporre una visione interattiva e completa delle popolazioni germaniche e celtiche. L’Istituto è apolitico, apartitico, laico e senza fini di lucro, per cui non vi è posto per alcuna ideologia politica o luogo comune: il nostro fine è quello di superare i falsi preconcetti che si sono instaurati sulle tribù germaniche e celtiche e di presentare una visione realistica di queste antiche culture. Ogni oggetto o personaggio che si può trovare nel campo è stato scelto e riprodotto in base al ruolo e al background scelto da ogni membro dell’Istituto.

Per raggiungere questo obiettivo, riteniamo sia fondamentale il coinvolgimento del pubblico nel modo più diretto possibile. Per fare ciò, la nostra Associazione utilizza quattro tipologie di lavoro:

  • Allestimento e gestione di spazi museali, per ottimizzare l'unione tra reperto museale e ricostruzione a disposizione del pubblico;
  • Allestimento di campi storici ad eventi di rievocazione storica con didattiche varie a disposizione per il pubblico, nonchè partecipazione alle rappresentazioni di battaglie;
  • Living History: ricostruzione accurata e fedele di personaggi, ambienti e oggettistiche, in contesti museali o ad eventi, per meglio coinvolgere il pubblico;
  • Archeologia Sperimentale: ricostruzione e uso di oggetti storici secondo le tradizioni e gli utensili d'epoca per meglio comprenderne l'utilizzo e la difficoltà di creazione.

Tutti questi linguaggi sono usati, spesso assieme, per offrire al pubblico un'esperienza più completa possibili nello studio della Storia.